L’HACCP  “Hazard Analysis Critical Control Point”, è un concetto oramai diffuso e affermato in tutti i processi produttivi   tesi alla prevenzione dei fattori che compromettono il raggiungimento dell’obiettivo qualità.

Nell’ambito della produzione alimentare, l’infestazione biologica rientra nel complesso dei rischi da considerare per la   definizione di un modello operativo finalizzato allaprevenzione di tutte le possibili contaminazioni di un prodotto.

In tale ottica BECAITALY G3 GR3EN Hygiene Consulting ha realizzato un preciso modello   operativo di lavoro che si propone in tale ottica come uno strumento a disposizione del Controllo   Qualità aziendale per lo sviluppo del proprio piano HACCP.

L’impostazione di un adeguato programma di monitoraggio è la prima azione prevista come prassi operativa nei piani di derattizzazione monitoraggio insetti striscianti e volanti e disinfestazione della BECAITALY G3 GR3EN Hygiene Consulting. Il monitoraggio si avvale di strumenti di rilievo quali trappole a feromoni, alimentari, adesive e altri sistemi di cattura allo scopo di individuare, valutare, definire ed eliminare quanto qui di seguito:

  1. Individuare i tipi di contaminanti biologici e la loro gravità
  2. Individuare i punti critici e le aree a rischio
  3. Valutare il livello di rischio
  4. Individuare le cause
  5. Definire gli interventi correttivi per ogni punto critico
  6. Eliminare o ridurre i punti critici
  7. Valutare la validità delle azioni correttive
  8. Registrare i dati per creare documenti di riferimento
  9. Sviluppare un sistema di circolazione dei dati

Per questo motivo vengono predisposte, ad esempio, apposite schede di conta per il rilievo settimanale degli insetti catturati: il confronto con soglie di rischio permette di valutare in tempo reale la presenza di focolai di infestazione e l’opportunità di eseguire trattamenti localizzati.

Nel caso della derattizzazione, sono state messe a punto specifiche schede di rischio che consentono di “fotografare” lasituazione di ogni punto esca, indipendentemente dall’operatore che esegue il servizio, valutando per ciascuno il rischio presente in funzione dei consumi, catture, tracce e tipo di ambiente circostante la postazione stessa.

Una volta individuate le cause o le anomalie che rendono “a rischio” una determinata situazione, BECAITALY G3 GR3EN HYGIENE CONSULTING interviene, per quanto le compete, entro 10        giorni dal rilevamento, oppure fattori di rischio stessi.

Queste metodologie sono alla base di una collaborazione tra la società di servizi e l’azienda committente: il monitoraggio e la valutazione dei rischi forniscono infatti alla prima parametri oggettivi di riferimento per la programmazione di tempi e modalità della lotta (sia essa chimica o meccanica); alla seconda la garanzia di ricevere un servizio completo e professionale.

Vogliamo sottolineare che l’attuazione di un accurato piano di HACCP, supportato da un’assistenza tecnica specializzata, consente di ridurre gli interventi richiesti per la lotta chimica tradizionale programmata a calendario, ed in ultima analisi i costi della difesa antiparassitaria stessa.

SCORING AUDIT BECAITALY G3 GR3EN HYGIENE CONSULTING si è specializzata nell’esecuzione di ispezioni approfondite e documentate di stabilimenti, creando un servizio specifico e mirato in grado di fornire al cliente un’analisi dettagliata di tutti i fattori correlati al rischio di infestazione.

Sono stati messi a punto veri e propri “SCORING AUDIT” (ispezioni a punteggio) degli stabilimenti che valutano una serie di aspetti:

  • pulizia (SANITATION)
  • presenza di infestazioni (insetti, roditori, volatili, altri     infestanti)
  • difesa antiparassitaria
  • difesa degli edifici (PEST PROOFING)
  • stoccaggio prodotti
  • gestione servizi igienici
  • gestione prodotti non commercializzabili (resi)
  • segnaletica
  • smaltimento prodotti di scarto
  • comportamento del personale

Il tutto viene supportato, a richiesta, da materiale fotografico, in modo da tradurre in forma immediatamente leggibile i dati rilevati.

DERATTIZZAZIONE

Consiste nella creazione di una tripla barriera, creata da  contenitori additivati ad esca chimica per i contenitori  posizionati lungo la recinzione del fabbricato, il perimetro esterno di quest’ultimo e di trappole biologiche per il perimetro interno e le cosi dette vie aeree. (canaline elettriche, ecc.). I principi attivi delle esche chimiche sono diversi come tipo di anticoagulante che come supporto (esca in pasta, paraffina, cereale) in relazione all’ubicazione  della struttura da trattare, mentre per gli interni le colle sono additivate solo da essenze alimentari.

MONITORAGGIO  INSETTI  STRISCIANTI

Consiste nel collocare trappole ad attrattivo alimentare o ad attrattivo a base di feromone, all’interno delle strutture e/o aree interessate, con lo scopo di monitorare,  catturare e controllare eventuale infestazioni già in essere o in fase di sviluppo

MONITORAGGIO  INSETTI  VOLANTI

Consiste nel collocare, all’interno degli stabili,  lampade a luce attiniche per la lotta di vespe, zanzare, mosche e tutte le altre tipologie di insetti volanti, mentre all’esterno particolari trappole attrattive.

ALLONTANAMENTO  PICCIONI

La tecnica consiste nel collocare dissuasori a spillo, a riccio, reti, fili  o a corrente 24 volt o ad ultrasuoni o repellenti particolari poco invasivi e durevoli nel tempo, lungo le grondaie, soffitte, abbaini e tetti in cui si annidano i piccioni.

Il tutto avviene previa pulizia e rimozioni di deiezioni, con successiva disinfestazione e disinfezione. 

Le tecniche sono le seguenti:

1.Disinfestazioni atomizzate

effettuate con atomizzatore a motore  collocato su pick up.

2.Disinfestazioni nebulizzate

effettuate con sistema a pressione  tramite bombolotto manuale o motorizzato

3.Disinfezione  Disinfestazione con Nebbiasecca

dove si utilizza un sistema che deframmenta  la goccia fino a 7,5 micron e riesce a disinfestare un ambiente di 6000 metri cubi in un ora senza bagnare.

4.Disinfestazioni fumogene

effettuate con cartucce che esalano fumogeni di origine chimica che hanno lo scopo ulteriore di stanare tutte le tipologie di insetti.

  • Insetticidi in gel
  • Insetticidi in aereosol
  • insetticidi in bombolette
  • Insetticidi a base di Piretro naturale Piretroidi
  • Insetticidi B.I.A. (Basso Impatto Ambientale)